Internet: superato 1miliardo di siti. Il papà del web Berners festeggia

WebRadio Station – «Abbiamo superato il miliardo di siti sul web». Con questo tweet il «papà» del World Wide Web, Mr. Tim Berners-Lee, ha annunciato il superamento di un traguardo storico: un miliardo di siti internet. Una statistica che certifica la […]

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Scozia al bivio, oggi si decide sull’indipendenza

WebRadio Station – La Scozia all’appuntamento con la storia: oggi nel referendum sull’indipendenza gli scozzesi decideranno se rimanere nel Regno Unito o staccarsi per sempre da Londra. I sondaggi vedono il ‘no’ alla separazione leggermente in testa. Comunque andrà non mi dimetterò, promette Cameron. […]

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Moana, 20 anni fa la scomparsa. E c’è chi la ritiene ancora in vita…

WebRadio Station – Vent’anni fa, il 15 settembre 1994, Moana Pozzi moriva in un ospedale di Lione stroncata da un cancro al fegato. Aveva solo 33 anni e la notizia inaspettata travolse l’opinione pubblica che aveva imparato a conoscere, e in molti […]

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Primo giorno di scuola, il governo si mobilita

WebRadio Station – Primo giorno di scuola per gran parte degli studenti italiani: l’anno 2014/2015 inizia oggi in una quindicina di regioni. Un rientro in classe che coincide con l’avvio della consultazione (sul sito www.labuonascuola.gov.it) sulle Linee guida per la […]

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Miss Italia 2014 è Clarissa Marchese

WebRadio Station – Clarissa Marchese è la nuova Miss Italia dopo aver battuto nella volata finale la veneta Sara Nervo, seconda classificata, e Giulia Salemi, sul podio al terzo posto, proveniente dall’Emilia Romagna. Quarta la marchigiana Claudia Filipponi e quinta Sara […]

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS
 

Internet: superato 1miliardo di siti. Il papà del web Berners festeggia

timbernersWebRadio Station – «Abbiamo superato il miliardo di siti sul web». Con questo tweet il «papà» del World Wide Web, Mr. Tim Berners-Lee, ha annunciato il superamento di un traguardo storico: un miliardo di siti internet. Una statistica che certifica la progressione del numero di utenti attivi sulla rete, che ha toccato quota 3 miliardi. Quasi la metà della popolazione mondiale che, ad oggi, si aggira attorno ai 7 miliardi di abitanti. 

Read more »

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Famiglia Addams, 50 anni a colpi di dita schioccate

FAMIGLIA ADDAMS, 50 ANNI A COLPI DI SCHIOCCO DI DITAWebRadio Station – A colpi di dita schioccate a ritmo di Na-na-na-nà, di torture più o meno mostruose e di lampadine accese con la bocca sono già passati 50 anni. Ma la Famiglia Addams, nonostante il bianco e nero delle origini, non perde colpi e festeggia con disinvoltura le cinque decadi: la serie tv, ispirata all’omonima striscia a fumetti creata da Charles Addams e apparsa sul New Yorker negli anni Trenta, debuttò infatti il 18 settembre del 1964. Un successo che ha superato gli anni e le generazioni, nonostante sia stata trasmessa solo per un anno e mezzo dalla rete americana Abc. Read more »

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Scozia al bivio, oggi si decide sull’indipendenza

WebRadio Station – La Scozia all’appuntamento con la storia: oggi nel referendum sull’indipendenza gli scozzesi decideranno se rimanere nel Regno Unito o staccarsi per sempre da Londra. I sondaggi vedono il ‘no’ alla separazione leggermente in testa. Comunque andrà non mi dimetterò, promette Cameron. A Edimburgo oggi sarà presente anche una delegazione della Lega Nord, con Salvini.

Le operazioni di voto sono cominciate. I seggi rimarranno aperti fino alle 22 di questa sera (le 23 in Italia). ‘Dovrebbe la Scozia essere un paese indipendente?’ è il quesito che viene sottoposto ali scozzesi cui sono chiamati a rispondere ‘Sì’ o ‘No’. Sono circa cinque milioni gli aventi diritto al voto, ovvero tutti i residenti in Scozia. E’ prevista un’alta affluenza dopo che il 97% si è registrato nelle liste elettorali.

I risultati definitivi sono attesi per la mattinata di domani. Negli ultimi giorni i sondaggi hanno registrato i due fronti a distanza ravvicinata, con un leggero vantaggio per i ‘No’ ma troppo limitato per permettere una previsione chiara.

LE PRIME PAGINE DELLA STAMPA BRITANNICA - Il ‘D-Day per l’unione': e’ questo il titolo che il quotidiano britannico Times ha scelto per la prima pagina nel giorno del referendum sull’indipendenza scozzese con l’immagine della bandiera britannica. Il Guardian invece propone una veduta aerea della Scozia con il resto del Regno Unito sommerso dall’acqua e titola il ‘giorno del destino’. Il Daily Telegraph pubblica una fotografia a tutta pagina con le due bandiere insieme, quella britannica e quella scozzese, accompagnate da versi del poeta scozzese Robert Burns del 1795. Il Daily Mail si chiede: ”E’ questo il giorno in cui il Regno Unito muore?”, mentre il Sun nella sua edizione britannica scrive ‘Meglio insieme’. L’edizione scozzese del Sun sottolinea invece la sua scelta di non schierarsi con una prima pagina che raffigura le mani nell’atto di segnare il proprio voto su un foglio bianco, sotto il titolo : ‘Si o No. Oggi la Scozia comincia con una pagina bianca’. Il quotidiano scozzese The Scotsman punta su il ‘giorno del destino’ per indicare in prima pagina lo storico evento, mentre The Herald sceglie ‘Il giorno del giudizio’.

GLI SCENARI POSSIBILI CON LA VITTORIA DEL ‘SI”

POLITICA BRITANNICA – Sarebbe un terremoto per Londra. Prima di tutto per il premier David Cameron, che ha autorizzato il referendum scozzese. Sebbene abbia annunciato di non volersi dimettere in caso di secessione, la pressione su di lui sarebbe fortissima. Come del resto sul leader laburista Ed Miliband, accusato di non aver saputo tenere la presa su un bacino elettorale importante per il Labour come quello scozzese.

STERLINA ED ECONOMIA – Molti esperti prevedono un crollo della sterlina e dei mercati nelle ore successive a una eventuale indipendenza. La Bank of England sarebbe obbligata ad intervenire per evitare problemi sistemici all’economia, a partire da una recessione. Grande incognita resta la valuta che userà la Scozia: Edimburgo vuole l’unione monetaria sotto la sterlina, Londra è contraria.

MONARCHIA – Con la vittoria del ‘Sì’ si innescherebbe una crisi costituzionale, fino alla possibilità che dopo l’indipendenza gli scozzesi scelgano di rinunciare alla monarchia.

CONFINI E PASSAPORTO – In caso di indipendenza non è escluso che ‘sorga’ un confine tra Scozia e Inghilterra, in seguito soprattutto a possibili politiche divergenti in tema di immigrazione. In tal caso si renderebbero necessari accordi per il libero movimento fra i due Paesi. Resta l’incognita sulla eventualità di utilizzare il passaporto per entrare nel nuovo Stato, dipenderà anche dallo status che la Scozia indipendente avrà nell’ambito dell’Unione europea.

DEBITO PUBBLICO – Preoccupa anche la gestione del debito pubblico. Secondo i calcoli del National Institute of Economic and Social Research, la ‘porzione’ scozzese di debito britannico, che ammonta in tutto a 1700 miliardi di sterline, è pari a 143 miliardi di sterline.

PETROLIO –  Il primo ministro scozzese e leader del partito indipendentista, Alex salmond, ha le idee chiare: rischio espulsione dalla Ue in caso di vittoria dei sì? “”non credo proprio – ha risposto -, perché la Scozia”, sottolinea il primo ministro di Edimburgo, “ha il 60 per cento delle riserve di petrolio e di gas d’Europa. Dubito che la Ue vorrebbe fare a meno di noi”.

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Torna l’incubo ultras a Roma. Accoltellati due tifosi russi

romamerdaWebRadio Station – Torna l’Europa e torna, ancora una volta, l’incubo degli scontri fuori dall’Olimpico. Anche ieri sera infatti, prima del fischio d’inizio che ha segnato l’atteso rientro, vincente, della Roma in Champions League contro il Cska Mosca, non sono mancati pesanti episodi di violenza. 

Read more »

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Depardieu: “Bevo moltissimo ma non sono un alcolista”

depardieuWebRadio Station – Gerard Depardieu ha una passione smisurata per l’alcol, tanto che la prima bottiglia la apre alla mattina: solitamente champagne o vino rosso. L’attore francese consumerebbe una quantità davvero significativa di alcolici di tutti i tipi (birra, vino rosso e bianco, pastis, vodka, whisky, champagne) distribuiti e ingurgitati con minuziosa cura nell’arco della sua giornata.  Read more »

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Moana, 20 anni fa la scomparsa. E c’è chi la ritiene ancora in vita…

moanaWebRadio Station – Vent’anni fa, il 15 settembre 1994, Moana Pozzi moriva in un ospedale di Lione stroncata da un cancro al fegato. Aveva solo 33 anni e la notizia inaspettata travolse l’opinione pubblica che aveva imparato a conoscere, e in molti casi amare, la più famosa pornostar italiana al di fuori del suo ambiente hard.

Read more »

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Featuring YD Feedwordpress Content Filter Plugin