Crisi e dieta mediterranea: crollano gli acquisti di pasta, olio e pesce | WebRadio Station

Crisi e dieta mediterranea: crollano gli acquisti di pasta, olio e pesce

Crisi e dieta mediterranea: crollano gli acquisti di pasta, olio e pesce

dietaWebRadio Station – Con la crisi crolla la spesa a tavola degli italiani che nel 2014 dicono addio alla dieta mediterranea. Il calo degli acquisti va dalla pasta (-5 per cento) all’extravergine (-4 per cento), dal pesce (-7 per cento) alla verdura fresca (-4 per cento) rispetto al 2013. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sugli acquisti delle famiglie italiane nel primo bimestre dell’anno che aggrava il trend negativo degli acquisti in atto da anni secondo l’Ismea.

«I prodotti base della dieta mediterranea – sottolinea Coldiretti – sono quelli che hanno maggiormente subito il taglio della spesa alimentare che in media è stato pari al 2 per cento e non ha risparmiato nessun prodotto della tavola, tranne il vino». 

«Si tratta di dati preoccupanti che evidentemente hanno una loro incidenza anche dal punto di vista salutistico. Evidentemente il rischio è che ci sia una minore attenzione rispetto alla qualità dei prodotti e alla loro genuinità». Lo dice Vito Amendolara, presidente dell’Osservatorio dieta mediterranea. «C’è un importante aspetto economico da non sottovalutare, ma mangiando male ci sono rischi per gli effetti sulla salute. Servirebbero – propone Amendolara – iniziative di promozione dei prodotti che facciano capire ai consumatori l’importanza del mangiare sano. Occorre far crescere una cultura di approccio al cibo più intelligente. Magari si possono tagliare altre spese non necessarie e guardare invece con attenzione a questo aspetto. La salute non è tutto, ma senza salute tutto è niente, diceva Nelson Mandela».

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Lascia un Commento

Si deve essere il log in per inviare un commento.