Roaming internazionale, cambiano le tariffe, costeranno meno | WebRadio Station

Roaming internazionale, cambiano le tariffe, costeranno meno

Roaming internazionale, cambiano le tariffe, costeranno meno

cellroamingWebRadio Station –  Arrivano le vacanze e si dimezzano i costi del roaming in Europa. Come previsto è arrivata ieri la sforbiciata voluta dall’Unione Europea, con i costi per la navigazione internet che calano del 55,5%, passando da 45 centesimi per megabyte a 20. Ma la riduzione non riguarda soltanto il web, infatti anche il prezzo di telefonate e messaggi hanno “goduto” del taglio: effettuare una chiamata dall’estero costerà massimo 19 centesimi al minuto, contro i 24 attuali (-21%), mentre chi riceve pagherà 5 centesimi invece di 7 (-28,5%). Per quanto riguarda gli sms la riduzione è stata del 25%, con i messaggi di testo che sono passati da 8 a 6 centesimi l’uno.



Ormai smartphone e tablet sono diventati oggetti usuali in spiaggia, tanto che nel corso degli anni l’abbassamento dei costi è avvenuto di pari passo con la diffusione di questi dispositivi tra gli italiani, che tra lavoro e svago non riescono più a farne a meno. Oggi navigare dall’estero costa 25 volte di meno rispetto al 2010, mentre i costi di telefonate e sms sono calati del 90% dal 2007, quando l’Ue ha iniziato ad intervenire in maniera concreta. All’inizio sembrava che l’abolizione del roaming dovesse arrivare nel 2016, ma l’Europarlamento ha anticipato il piano per Natale 2015, in attesa che gli stati membri trovino l’intesa. I segnali in arrivo da Bruxelles sembrano positivi.

Gli operatori europei potranno mettere a disposizione degli utenti delle particolari condizioni, come la scelta di un operatore locale per i servizi di mail, notizie, video e foto. Ai viaggiatori basterà controllare la lista dei prezzi on-line e scegliere la tariffa più conveniente in base alle proprie necessità.

Proprio questo taglio voluto dall’Europa “casca a fagiolo” con l’avvicinarsi delle tanto desiderate vacanze. Dopo un 2013 che ha visto un calo nel turismo, i dati del nuovo anno sono incoraggianti: secondo l’analisi di Federviaggio saranno 25 milioni gli italiani che partiranno per le ferie, il 2% in più dello scorso anno. In Europa le mete più ricercate sono sempre Spagna, Grecia e Portogallo, ma tra le destinazioni emergenti ci sono Germania e Lituania, diventate appetibili anche durante il periodo estivo.

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Lascia un Commento

Si deve essere il log in per inviare un commento.