Scatta il primo grande esodo estivo, ma con la crisi niente “bollino nero” | WebRadio Station

Scatta il primo grande esodo estivo, ma con la crisi niente “bollino nero”

Scatta il primo grande esodo estivo, ma con la crisi niente “bollino nero”

esodoestivoWebRadio Station –  Bisognerà aspettare questo weekend (di oggi venerdì 4 luglio) per il primo esodo estivo, ma non si prevedono code da “bollino nero”: sulla scia dell’anno scorso, complice la crisi, difficilmente si registreranno lunghe code sulle principali arterie autostradali italiane. 

«È in fase di ultimazione da parte dei componenti del tavolo viabilità Italia il piano esodo estivo, a partire dal 4 luglio fino all’8 settembre, predisposto per questa estate fermo restando che, sulla scorta dell’anno precedente, al momento non si prevedono giornate da “bollino nero”», ha spiegato il commissario capo della Polizia di Stato Damiano Pica. Non è mancato comunque chi ha approfittato per recarsi nelle località balneari già lo scorso fine settimana. Per un viaggio in sicurezza la polizia stila un decalogo di consigli agli utenti.

«Controllare lo stato, la pressione e l’usura degli pneumatici – ricorda Pica – cercare di fare soste qualora il viaggio duri più di due ore; fermarsi in corsia di emergenza solo per esigenze improcrastinabili e di estrema necessità; portarsi al seguito bevande». Attenzione inoltre ai malintenzionati. Per evitare di finire vittime di furti, in particolare del fenomeno “jammer”, e cioè l’intercettazione delle frequenze dei telecomandi degli antifurti che consente ai ladri di impedire la chiusura delle auto, «in caso di sosta in aree di servizio, qualora affollate, accertarsi della corretta chiusura delle portiere».

Un consiglio inoltre è rivolto in particolare ai camperistio a chi viaggia in roulotte: «Qualora dovessero accorgersi di avere uno pneumatico forato – ricorda Pica – fermarsi nelle piazzole di sosta o in caso di necessità in corsia d’emergenza; inoltre, qualora fossero impegnati a cambiare le gomme, tengano ben chiuse le portiere del veicolo». Spesso infatti i malviventi, approfittando della distrazione dei conducenti impegnati a cambiare gli pneumatici, potrebbero fermarsi davanti al mezzo in sosta e velocemente scendere per compiere furti nell’abitacolo. Per prevenire i furti, anche quest’anno «è previsto il maggior numero di pattuglie possibile, con diverse soste operative nelle aree di servizio con i dispositivi di luce blu attivi», conclude Pica.

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Lascia un Commento

Si deve essere il log in per inviare un commento.