L’undicesima di serie A | WebRadio Station

L’undicesima di serie A

L’undicesima di serie A

serieAWebRadio Station – Di seguito in dettaglio, lo svolgimento dell’undicesima giornata calcistica di serie A.

SASSUOLO-ATALANTA 0-0 Nell’anticipo dell’undicesima giornata di campionato, finisce a reti inviolate il match tra Sassuolo e Atalanta, che non spingono quasi mai sull’acceleratore e danno vita ad uno 0-0 noioso e scarso d’emozioni. Sassuolo pericoloso al 45′ con Berardi (parata di Sportiello), mentre i bergamaschi (ora a 10 punti) colpiscono un palo con Raimondi al 28′ della ripresa.

SAMPDORIA-MILAN 2-2 Finisce in parità anche il secondo anticipo serale dell’undicesima giornata del Campionato. A Genova, Sampdoria e Milan si sono affrontate con spavalderia a viso aperto dividendosi la posta in palio con un roboante 2-2. Rossoneri in vantaggio al 10′ con El Shaarawy, tornato al gol 622 giorni dopo l’ultima volta. Il pari della Samp arriva al 46′ con una spaccata di Okaka, raddoppiata da Eder al 51′. Al 64′ Menez pareggia dal dischetto fissando il 2-2.

CAGLIARI-GENOA 1-1  Prosegue la striscia di risultati utili del Genoa, che ringrazia Perin e resta in zona Europa salendo a 19 punti in classifica. Al Sant’Elia la squadra di Gasperini pareggia 1-1 col Cagliari. Farias segna il primo gol in Serie A e sblocca la partita al 16′. Nella ripresa il Genoa pareggia poi i conti al 53′ grazie a un’autorete di Rossettini su incursione mancina di Perotti. Al 75′ Perin para un rigore ad Avelar.

PALERMO-UDINESE 1-1  Udinese subito in vantaggio con Thereau, ma poi pensa quasi solo a difendersi. Il Palermo invece spinge, trova il pareggio con un rigore trasformato da Dybala al 42′ e spreca l’occasione dell’1-2 fallendo il secondo penalty con Franco Vazquez al 9′ della ripresa. I rosanero insistono e Dybala sfiora due volte il raddoppio (al 38′ centra il palo con una “spizzata” di testa), ma il risultato non cambia.

CHIEVO-CESENA 2-1  Il Chievo batte 2-1 il Cesena e conquista tre punti importantissimi per la corsa alla salvezza. Dopo un primo tempo privo di sussulti ed emozioni, Maran fa la scelta giusta e affianca Pellissier a Paloschi. Ed è proprio grazie al gol dell’aostano che il Chievo si porta in vantaggio. Sembra tutto finito ma il Cesena acciuffa il pari all’88’ con un destro deviato di Duric. Ma nel recupero, è ancora Pellissier a firmare il gol della vittoria.

EMPOLI-LAZIO 2-1  Si interrompe a Empoli la grande cavalcata Champions della Lazio, che cade 2-1 al ‘Castellani’. Dopo tre occasioni in rapida successione in avvio di partita (con Candreva, Djordjevic e Parolo), la gara rallenta d’intensità fino ai primi minuti della ripresa. L’Empoli passa in vantaggio con un colpo di testa di Barba al 7′. Al 10′ Maccarone raddoppia su uno schema da punizione. Djordjevic accorcia (22′), ma per i biancocelesti arriva il ko dopo 45 giorni di imbattibilità.

JUVENTUS-PARMA 7-0  Ventiquattresima vittoria consecutiva in Serie A della Juventus in casa. Un ruolino incredibile quello dei bianconeri. Ultima vittima in ordine di tempo il Parma, umiliato con un pesantissimo 7-0. Per la Juve doppiette di Llorente, Tevez e Morata, in rete anche Lichtsteiner. Bianconeri ancora a +3 sulla Roma.
FIORENTINA-NAPOLI 0-1  Decide Higuain al 17′ st, con una prodezza delle sue, con questa vittoria il Napoli completa la rincorsa al terzo posto solitario ed ora è lontano solo 7 lunghezze dalla Juventus. Successo meritato, la squadra di Benitez ha fatto qualcosa in più della Fiorentina, che al 35′ st ha colpito la traversa con Mario Gomez. Brutto infortunio per Insigne, uscito dopo 20′: problemi al ginocchio destro per lui, convocazione saltata.

INTER-VERONA 2-2 A San Siro, i nerazzurri vengono raggiunti sul 2-2 dal Verona all’89’ in gol con Nico Lopez. Iniziale vantaggio di Toni al 10′, rimontato dalla doppietta di Icardi al 18′ e al 48′ sempre su assist di Palacio. Handanovic para un rigore a Toni al 52′, ma l’Inter resta in dieci per l’espulsione di Medel. Nel finale Lopez sempre più incisivo in trasferta trova il guizzo.

ROMA-TORINO 3-0 Con il 3-0 al Torino la Roma dimentica le sconfitte contro Napoli e Bayern e risponde alla Juve riportandosi a -3 punti. Nel posticipo i giallorossi hanno vita facile contro i granata: Torosidis sblocca il risultato all’8′ poi il raddoppio porta la firma di Keita al 27′. Nella ripresa Ljajic arrotonda il risultato con un tiro all’incrocio. Nel finale Strootman in campo dopo otto mesi dall’infortunio.

Salvatore Parente per PuntoNapoli.it

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Lascia un Commento

Si deve essere il log in per inviare un commento.