Lavezzi imperatore in Cina: 30 milioni per i suoi gol | WebRadio Station

Lavezzi imperatore in Cina: 30 milioni per i suoi gol

Lavezzi imperatore in Cina: 30 milioni per i suoi gol

WebRadio Station – Era la metà del 1800 quando la corsa all’oro divenne un fenomeno di portata mondiale: tutti alla ricerca di fortuna nel Far West. L’America vista come terra di conquista e dai facili guadagni, una meta lontana e ancora del tutto inesplorata. A distanza di quasi 200 anni la tendenza sembra essere cambiata, quanto meno per quel che riguarda il mondo del calcio. A fare gola, oltre che sempre più tendenza, è diventato l’Oriente. Su tutti il campionato cinese sembra poter davvero fare la concorrenza a quello oleato dal petrolio degli sceicchi degli Emirati Arabi. 

L’esodo di talenti dall’Europa alla Cina è iniziato nel 2011 con il trasferimento di Drogba e Anelka allo Shanghai Shenhua, poi il Guangzhou Evergrande è diventata una piccola colonia italiana tra Lippi, Cannavaro, Diamanti e Gilardino. Oggi la Cina piace eccome, anche perché le proposte economiche sono tali da tentare anche i calciatori nella piena maturità agonistica.

È questo il caso del Pocho Lavezzi, l’ex campione del Napoli (in azzurro ha giocato dal 2007 al 2012) che ha deciso di lasciare il Paris Saint Germain per lasciarsi ammaliare dalla cultura cinese e dalle cascate di Renminbi, moneta cinese che nel cambio di valuta vale circa 0,13 centesimi di euro. Ne guadagnerà tantissimi, infatti, il Pocho, dal momento che il suo stipendio all’Hebei Fortune sarà di circa 13 milioni netti di euro più bonus all’anno arrivando a 15 nel contratto biennale. Totale di 30 milioni di ingaggio. Niente male per l’argentino che nella sua nuova squadra cinese ha trovato anche l’ex Roma Gervinho e gli ex Siviglia M’Bia e Kakuta. Il primo interesse dell’Hebei nei confronti dell’ex partner di Cavani nel Napoli di Mazzarri risale a novembre: determinante per la chiusura della trattativa la presenza a Parigi di Fu Qiang, vicepresidente del club, rimasto in Francia per convincere fortemente Lavezzi senza trascorrere il Capodanno cinese con la famiglia. Diversa e minore, invece, l’insistenza dello Shanghai Shenhua, deciso a mandare solo due intermediari spagnoli in Francia senza l’appoggio di nessun dirigente del club. Una serietà, quella dell’Hebei, fortemente apprezzata dal Psg, che ha trattato direttamente con il vicepresidente per permettere a Lavezzi la partenza verso la Cina.

Attraverso il suo profilo ufficiale Instagram, Lavezzi ha scritto al club parigino, ai compagni e ai suoi tifosi, ricordando i momenti vissuti insieme. «Inizia una nuova tappa nella mia carriera. Sono molto contento per ciò che sta arrivando ma ho anche nostalgia di non giocare più con dei miei grandi amici, in una città e in un club che mi hanno trattato molto bene. Dico grazie per tutti i momenti vissuti. Grazie ai miei compagni, a tutti quelli che lavorano in questo club, allo staff tecnico, allo staff medico e ai tifosi. Vi auguro il meglio e vi sosterrò sempre. Un grande abbraccio a tutti». L’ultimo abbraccio da parte del Parco dei Principi è arrivato la scorsa settimana in occasione della gara tra Psg e Reims, grande festa in campo e sugli spalti per salutare il Pocho in partenza per la Cina. Poi sono arrivate anche le immagini dei suoi primi allenamenti con la maglia bianca dell’Hebei Fortune e quella con i nuovi compagni. Tanti sorrisi sui loro volti a nascondere quel pizzico di malinconia, inevitabile, per aver lasciato il calcio europeo, dopo gli anni vissuti nell’amatissima Napoli e a Parigi.

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Lascia un Commento

Si deve essere il log in per inviare un commento.