Rifiutata la carta di credito di Adele: “Ero mortificata, che imbarazzo!” | WebRadio Station

Rifiutata la carta di credito di Adele: “Ero mortificata, che imbarazzo!”

Rifiutata la carta di credito di Adele: “Ero mortificata, che imbarazzo!”

AdeleWebRadio Station – Durante un concerto in California, Adele ha rivelato al pubblico il momento imbarazzante di quando le hanno rifiutato una carta di credito, mettendola in imbarazzo. Sarà capitato a tutti di pagare con la carta di credito sperando che non si inceppasse, mettendoci in una situazione imbarazzante. Ora lo sa anche una delle cantanti più ricche al mondo. Durante un concerto a San José, in California, infatti, Adele ha raccontato al pubblico un aneddoto che le era capitato qualche giorno prima, mentre faceva acquisti da H&M e si era vista rifiutata proprio la carta: “Sono andata da H&M e la mia carta di credito è stata rifiutata. Una cosa davvero imbarazzante” ha detto la cantante di “25”, uno dei dischi più venduti di questi ultimi anni. La cantante ha raccontato che aveva acquistato un po’ di abiti in quelli – i megastore – che per lei è sono i negozi più amati (“Ci trovo qualsiasi cosa”).

Stranamente nessuno, né tra i commessi del negozio, né tra gli acquirenti, si è accorto chi fosse quella ragazza imbarazzata: “Nessuno mi ha riconosciuta, ma ero veramente mortificata” ha spiegato, mentre una portavoce del marchio Katarina Gustafsson ha detto alla Associated Press che l’azienda non aveva alcuna informazione riguardo a quello che era successo, declinando qualsiasi ulteriore commento alla faccenda. Insomma, anche i ricchi – a differenza di quanto si possa credere – sono persone a cui si inceppa la carta.

Sì, perché parliamo di un malfunzionamento momentaneo per un’artista che Forbes ha inserito al nono posto tra le celebrità più pagate al mondo – la prima è Taylor Swift -, con un guadagno, nel 2016, di 80,5 milioni di dollari che avrebbero permesso di pagare un paio di centinaia di dollari di acquisti, anche perché lei stessa ha spiegato di essere riuscita ad acquistare, poco prima, in un’altra nota azienda di profumi e prodotti per il corpo: “Ho speso un centinaio di dollari di cose di cui non avevo bisogno, non ho quasi mai bisogno di niente di quello che compro nei grandi magazzini, ma è divertente”.

Condividi
  • Print
  • Digg
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • RSS

Lascia un Commento

Si deve essere il log in per inviare un commento.